56° Turbo Diet - Soddisfi te perché non puoi soddisfare tutti

February 10, 2016

Giorno 56 (Giorno di Regime)

Provo a stendere un mano di protezione sulle mie lezioni che permette le persone a fare degli sbagli per poi crescere nella loro conoscenza, perché nessuno è perfetto la prima volta prova un metodo, disciplina o tecnica nuova. Poi dico la cosa che fa ridere tutti, perché è vero, alla fine tutti sono talmente preoccupati a seguirmi e specchiarsi che non hanno tempo a guardare altrove!

I pensieri che ti trafiggono la testa dalla mattina alla sera, da quando sei di fronte allo specchio a quando cammini per strada sono inesauribilmente legate alla tua autostima. Non permettere la tua mente a rizzare l’orecchio per attendere il peggio da quello che ti circondano. Non aggiungere un peso maggiore su ogni frase passeggero e/o sguardo affinché non vivevo più, specialmente considerando che è frutto della tua immaginazione soggettivo piuttosto oggettivo. Posso garantirti che la stragrande parte del mondo è così preoccupata con se stessi che non ti stanno calcolando affatto; è sbagliato arullarti in mezzo tutto la drama di quello che ti succede intorno.

Dall’altra parte se accade la frase pungente o il commento infelice prova prima capire il perché lo stanno facendo piuttosto che regalare un pezzo della tua autostima. Più delle volte non hanno con te, ma invece è la loro senza di inadeguatezza che sta parlando. Se hai una bella consapevolezza di che sei, con dei pregi e degli difetti, diventa più facile separarti dal mondo esterno in modo sano tenere i tuoi pensieri a bada quando un input dal quel mondo ti tenta di destabilizzare.

Un sano egoismo però è sempre accompagnata da una dose di equilibrio. È ovvio che capita a tutti a ricevere delle commenti infelici o battute pungenti qui e li, da persone altrettanto infelici dico io. Esattamente come ho detto che non ce la perfezione per la tua forma fisica, non viviamo neanche in un mondo perfetto. Equilibrio è la nostra parola chiave. È altrettanto evidente che una parola detta da una cara amica, parente o partner affettivo avrà un importanza da valutare diversamente. Rimane fondamentale però che usi diversi pesi per diversi misure. Non regalare una sana fetta della tua autostima ad un perfetto sconosciuto per strada. Ho delle amiche che rimangono male per giorni perché una persona che neanche conoscono hanno fatto una smorfie, che loro hanno interpretati (con la mente troppo attiva e critica) come un’offesa personale. Magari la persona in questione stava semplicemente, mentalmente, ripassando quello che voleva mangiare a pranzo e non convinto tra se e se per il suo linea di pensiero ha bocciato il tutto con una smorfia.

Ti posso garantire che quando il tuo abito di ufficio è in lycra di fronte ad una telecamera oltre le 40 “ANTA” devi avere un sanissimo consapevolezza di te stessa e un enorme dose di ironia. Lavorando in tv spesso le persone che mi chiamano per nome per strada. “Ciao Jill.” Quando chiedo se ci conosciamo mi rispondono “No, ma ti conosco io.” Da una parte è una sensazione piacevolissima, mi permette di entrare in confidenza quasi subito con tutti quando viaggio ed insegno e mi permette in più di ascoltare delle storie personali e profondi da tutte le parti. Dal altra però le persone non hanno filtri con me. Mi dicono esattamente quello che vogliono senza tante preamboli. Una volta mandata a presidiare una televendita in un grande centro commerciale per Media Shopping, un ragazzo mi presente al suo collega, “Ecco, questa è Jill Cooper.” Il suo collega di sana pianta risponde, “Oh, ma non è niente di che.” Il primo si è sbiancato, “ma non si dice…”

“No, veramente in rispetto alla tele aspettavo molto meglio.”

L’ho buttato sullo scherzo, “Meno male non è un nostro primo appuntamento al buio!”

Il primo ha provato giustificare il secondo mentre il secondo continuava animatamente a difendere la sua posizione che io in practica non gli piacevo per niente (tutto assolutamente di con me front and center), ma in tutta onestà non mi importava ne quello che ha detto il secondo ne delle giustificazione del primo perché ero li semplicemente per svolgerere il mio lavoro per Media Shopping. Stavo li per “guadagnarmi l’affitto” come dico io. Anche se solo in minima parte ho imparato che essere una figura pubblica ti costringe di fa crescere una certa lunghezza di pelo sullo stomaco se non vuoi stare male un giorno si e un giorno si. Ho imparato che posso rimanere solo onesta alla mia professionalità e la mia visione di passione e grinta.

C’e una famoso detto: “You can please some people all of the time, and all people some of the time, but you can never please all of the people all of the time.” Vero, veramente vero.

 PRIMA COLAZIONE Caffè Verde e Garcinia Cambogia insieme. Acqua tiepida con limone e magnesio. Caffè o Te. Anti-ossidanti: (almeno 2 al giorno) Maqui-mangostano – Noni – Papaya – Goji – Acai – Vitamina C – Acido Alfa Lipoico

PRIMA COLAZIONE: Biscotti integrale, frullato di frutta, frutta secca

PRANZO – Insalatona di misticanza, finocchi, funghi, cavolo e mele, noci, bacche di goji. Crackers integrali

CENA – Pasta integrale con vongole. Julienne di zucchine crude con olio e limone.

PER IL CORPO



1 Response

Starr
Starr

September 02, 2016

You’ve captured this pelrfctey. Thanks for taking the time!

Leave a comment