44° Turbo Diet - Jill Cooper Integrazione sì o no?

January 29, 2016

Giorno 44 (Giorno di Totale Libertà)

Ripeti con m

 

 

 

 

e;

  1. Merito il massimo è mi permetto di ottenerlo con facilità.
  2. Amo il mio corpo. Mi trovo più bella ogni giorno.
  3. Sono talmente felice oggi che mi scoppia il cuore di gioia.
  4. Faccio ciò che amo nel contesto migliore e sono un successo facendolo.
  5. Ogni giorno mi riserve nuove e bellissime scoperte.

Uno delle prime domande che le persone mi pongono quando cominciano a frequentare una palestra anche solo 2 volte alla settimana è: “Quale integratori devo prendere?” Questo mi fa sempre sorridere. Ritorniamo su un paio di fatti importantissimi per la tua salute e la tua conoscenza:

  • Il tuo fisico è una macchina meravigliosa
  • Non puoi ingannare madre natura

Con pochi eccezioni di atleti che gareggiano ai alti livelli e che si allenano molte volte durante la settimana, anche diverse ore in un'unica giornata, io credo per quanto riguarda l’allenamento moderato puoi prendere quasi tutto quello che ti serve direttamente dal cibo sano per quanto riguarda il apporto di proteine, carboidrati e grassi. Polverine, barrette e altre pasti sostitutivi per secondo il mio parere non saranno mai superiori ad una bella grigliata di pesce o carne bianche e verdure, con qualche pezzo di frutta e semi. Nella natura ce quasi tutti che ci può servire.

Per l’integrazione agonistico ti suggerisco di parlare con un medico sportivo. In parte penso che le persone che si fissano la borsa della palestra riempendola con la tuta perfetta, gli integratori per body building e quant’altro ancor prima di iniziare un sano e continuo allenamento stanno provando solo a far slittare l’inevitabile: l’entrata in palestra. Come ho detto prima, se pianifichi sempre per il futuro, non arriverà mai. Piuttosto, comincia il tuo allenamento e attendere che il tuo corpo richiede l’energia o integrazione necessario in uno secondo fase, e sempre solo sotto stretto controllo di un medico sportivo o nutrizionista.

Just do it, baby. L’integrazione è una cosa molto personale, come ci insegna Dott. Filippo Ongaro. Quello che potrebbe essere benefico per me, per te potrebbe essere un eccesso. Perciò oltre a mettere le buone regole del movimento e parola positivo che ti propongo in questo libro, ti invito veramente a approfondire la medicina anti-invecchiamento per farti trovare la tua strada personale e ringiovanante.

Invece quello che penso che può aiutare tutti, e su cui baso gran parte del mio aspetto giovanile è su gli anti-ossidanti, anti-infiamatori (anche conosciuti come anti-cancro) e addotogeni. Circa 10 anni fa leggendo un commento fatto da un premio Nobel, cui diceva che prendeva 12 grammi di vitamina C al giorno, un anti- ossidante per eccellenza, ho cominciato subito a prendere almeno un grammo al giorno.

Gran parte del invecchiamento è a causa di un ossidazione cellulare causata dai radicali liberi che sono creati dai diversi fattori: l’ossigeno che ispiriamo, le tossine nel ambiente, il normale processi metabolici, fumo, e molto altro ancora

“Lo sviluppo di diversi malattie croniche e degenerative, come cancro, cardiopatie, e la degenerazione neuronale come Alzheimer e Parkinson potrebbe essere attribuito in parte allo stress ossidativo. Stress ossidativo è stato implicato anche nel processo di invecchiamento. Nonostante che il corpo umano ha diversi sistemi per eliminare i radicali liberi come la specie di ossigeno reattivo, non è efficace a 100%.[1]

 

L’ossigeno è fondamentale per la vita, ma essendo altamente reattiva, (insomma con l’ossigeno liquido i razzi volano fino in spazio), ha un effetto su di noi come creare la ruggine su un pezzo di ferro se non viene protetto. Anche i tuoi colpi di sole perfette al parrucchiere con tempo cambiano colore per causa della ossidazione. L’importanza del ossigeno per la vita sul nostra pianeta è palese, non possiamo scappare dai suoi effetti colatterali, ma possiamo imparare difenderci. Per rendere l’ossigeno disponibile per il corpo deve succedere una piccola reazione chimica per scindere O2 in singole molecole. Siccome l’energia non muore ma si cambia solo forma, questa reazione libera un elemento molto reattivo che si chiama radicale libero che comincia a sbalzare come una palla di flipper intorno le tue cellule cercando di trovare un elettrone da rubare da un'altra cellula per stabilizzarsi, alla sua volta rendendo “radicale” la molecola che ha toccato innescando una reazione a catena che è crea danni cellulare fine al suo arresto.

I radicali liberi sono uno degli principali cause del invecchiamento cellulare e sono capace a danneggiare le cellule e la loro struttura, e addirittura il DNA contenuto dentro la cellula stessa. L’azione del radicale libero è deleterio per il corpo e si ripercuote sulla salute dell’intero organismo accelerando i processi di invecchiamento, deprimendo il sistema immunitario e facilitando numerose malattia metaboliche o mutazione cellulari come avviene con il cancro, o per un rallentamento neurologico come alzheimers, perché i radicali liberi ucidino le cellule nervose interupting i segnali nervosi [2]. Esternamente però il primo risultato del danno causato dai radicali liberi, oltre ai altri fattori come un esposizione massiccia al sole e smog è la pelle.

Ci sono anche altri fattori che possono aumentare il processo di invecchiamento producendo un danno cellulare in quanto aumentano l’attività dei radicali liberi:

  • Fumo
  • Alcol
  • Sole – raggi UVA
  • Additivi
  • Inquinamento
  • Dieta ricca di grassi saturi e polinsaturi
  • Farmaci
  • Troppo stress, anche prodotto da attività fisica, oltre altri fattori.

Non cantare vittoria, nonostante il fatto che troppo attività fisica aumenta la produzione dei radicali libri non vuol dire che devi usarlo come una scusa per non cominciare affatto. Un corpo allenamento sistematicamente, sarà più in grado comunque a proteggersi che un corpo sedentario, perché quando uno si allena a dovere migliorando diversi aspetti come: il rapporto tra massa magra e massa grassa, il battito cardiaco a riposo, la pressione arteriosa, il microcircolazione collaterale, il sistema di sudorazione e il processo di digestione.

[1] USDA Database for the Oxygen Radical Absorbance Capacity (ORAC) of Selected Foods, Release 2 Prepared by David B. Haytowitz and Seema Bhagwat

[2] Rejuvenation Key to Health and Longevity at the 16th annual A4M conference in Las Vegas, Nevada. Item #A4M083D2-22

 PRIMA COLAZIONE Caffè Verde e Garcinia Cambogia insieme. (entrambe forti anti-ossidanti) Acqua tiepida con limone e magnesio. Caffè o Te. Anti-ossidanti: (almeno 2 al giorno) Maqui-mangostano – Noni – Papaya – Goji – Acai – Vitamina C – Acido Alfa Lipoico

Passata di mele cotte – cereali integrali – noci o mandorle. Probiotici

PRANZO –Libero

CENA – Libero

PER L’ANIMA Non andare a letto la sera nervoso o sporco della giornata. Trova anche il tempo di fare una veloce doccia prima di coricarti, farti una tisana senza caffeina e magari leggere un libro o scrivi nel tuo giornale prima di dormire. Dormire bene aiuta tenere il peso con più facilità.

In più togliere o spegnere tutti gli apparecchi elettronici in camera, la luce e i messaggi inaspettati a tutte le ore disturbano il sonno

 

PER IL CORPO



Leave a comment