42° Turbo Diet - Ora chi sei veramente? è la soluzione

January 27, 2016

Giorno 42 (Giorno di Regime)

Quando la tua dolce nonnina diceva “You are what you eat”, sei quello che mangi, non aveva tanta torto. Con la tua alimentazione ora hai la possibilità di rallentare l’arrivo delle malattia che affiancano o appaiono durante l’età avanzata. Le malattia metaboliche, diabete, obesità, artrite, Alzheimers oltre altre possono essere rallentate se decidi a mangiare in un nuovo modo mirato ed salutare.

            Certo Jill ma lo so, e solo che non mi va! Stai pensando, ed è una reazione normale al inizio, però ti posso garantire che con solo un paio di settimane sfruttando la spinta iniziale della forza di volontà, è perfettamente possibile innescare un inversione di tendenza sia dal punto di vista della alimentazione che del movimento. In questo momento i tuoi 4 corpi sono intrecciati tra la assuefazione fisico dello zucchero e cibi rarefatti dalle loro sostanze nutritive, e il concetto della tua autostima in confronto al cibo. Va bene è un ottimo punto di partenza. Quello che serve ora è di fissarci nella mente mete positivi e raggiungibili, affermarli ad alta voce e agire nel mettere le buone propositi in atto. Sempre con il premessa di equilibrio.

            Puoi cominciare a fare questo passo, per tornare le lancette del orologio indietro. Ti aiuterò con il diario interattivo, sei perfettamente in grado ad ottenere di più dalla tua vita e dal tuo corpo partendo da oggi stesso. Magari anche senza finire il libro perche non girare la pagina al primo giorno di diario e comincia già da ora. La tua vita è un mare in costante movimento. Non ti fermare adesso su convinzioni che ti tengono legati lontano dai tuoi desideri e da chi sei realmente.

            Le regole che seguo io del sano mangiare sono spesso le stesse. A larga linea è buono ricordare:

  • Evitare lo zucchero in ogni suo forma tranne nella frutta e le verdure
  • Limitare l’uso del caffè
  • Scegliere dove puoi cibi naturali e cotti in modo leggero (alla piastra, forno o a vapore)
  • Carni bianche e magre
  • Molto verdure
  • Integrale
  • Evitare cibi fritti o cotto con troppi grassi
  • Grassi monoinsaturi invece di grassi saturi o idrogenati
  • Abbondare con l’acqua, magari filtrata direttamente dal rubinetto di casa
  • Mangiare tanto la mattina, un spuntino, pranzo importante, un spuntino e cena leggera
  • Attento ai troppi formaggi
  • Ogni tanto darti un giorno libro di sfogo

 

Ma poi lo sapevi già no? Esattamente come quelli che chiedono e richiedono come allenarsi e perdere chili, ma poi non lo mettono in atto. Le regole sono li fuori serve che le metti in atto nella tua vita.

Non approfondisco tanto sulle regole della alimentazione perché ci sono tanti medici e specialisti sulla nutrizione umana che possono ed hanno spiegato molto più sul tema. Cito alcuni in questo libro come Dott. Filippo Ongaro chi parla della dieta Nutrigenomica, Dott. Attilo Speciani immunologo e specialista sulle intolleranze alimentari, e Dottssa. Silvia Migliaccio nutrizionista e ottima psicologa per l’equilibrio alimentari, le quali oltre ad essere amici sono i miei medici curanti che mi hanno veramente aiutati rallentare il processo di invecchiamento nel mio corpo. Quello che vorrei invece io aggiungere è bloccare i meccanismi che ti tengono legati ad un vecchio stile di vita che oltre a farti invecchiare precocemente ti tiene insoddisfatta con te stessa perché non metti in pratica quello che ti dicono gli esperti.

Un ultimo perno vorrei illustrarti per affrontare la tua scelta personale di alimentazione   e la questione delle intolleranze alimentari.

Il fatto di essere allergici non è, come creduto fino a ieri, un difetto o una sfortuna. Si tratta semplicemente della perdita del controllo attivo che ogni essere vivente mette in atto fin dalla nascita (e in parte anche durante la vita fetale) per conquistare, con fatica, la tolleranza verso le sostanze che lo circondano, alimentari, respiratori o ambientali che siano. Tutti quindi nasciamo allergici e intolleranti a tutto e solo il controllo attivo fa la differenza tra chi mantiene la tolleranza (il sano) e chi la perde (e diventando appunto allergico e intollerante.)[1]

[1] Recuperare La tolleranza Alimentare, Attilio Francesco Speciani pg. 4

Rispondere a questo domanda dandoti un minuto per riflettere prima di scrivere la risposta: “Chi sei veramente, e che cosa sei stato creato a fare qui sulla terra?”

A volte la felicità sta proprio nel seguire i propri talenti, ma prima di seguirli devi capire quali sono. La cucina? Insegnare? Fare conti? Organizzare? Ogni essere umano nasce con un dono. Il mio invito è di scovare e scoprire il tuo dono per poi regalarlo di nuovo al mondo.

PRIMA COLAZIONE Caffè Verde e Garcinia Cambogia insieme. Acqua tiepida con limone e magnesio. Caffè o Te. Anti-ossidanti: (almeno 2 al giorno) Maqui-mangostano – Noni – Papaya – Goji – Acai – Vitamina C – Acido Alfa Lipoico

Fiocchi di avena caldi, ri-idratati con aqua, con latte di mandorla, riso o soia, cannella, uvette, noci. Probiotici. Caffè o Tè a piacere.

PRANZO –Petto di pollo grigliato. Insalata mista. Macedonia.

CENA – Baccalà al umido con pomodoro, uvetta, pinoli. Riso pilaf. Carciofi. Bruschetta con pomodo e pane integrale

PER L’ANIMA :   Ripetere in bagno, nella macchina, in motorino, ascensore e ovunque hai due secondi da sola durante il giorno la tua lista più importante di affermazioni. L’insistenza, specialmente nella prima parte di questo percorso è il segreto di successo longevo.

1.__________________________________________________

2.__________________________________________________

3.__________________________________________________ 

PER IL CORPO Eseguire 30 minuti di attività aerobica a tuo piacimento: corsa, camminata, bici, elittica, trampolino o DVD. Dopo finire con 10 minuti di stretching dolce.



Leave a comment