36° Turbo Diet - Come non essere a dieta

January 21, 2016

Giorno 36: (Giorno di Regime)

Nel metodo Cooper la dieta non è la soluzione per farti vivere meglio è più al lungo con più energia possibile. Per fare tutto dal punto di vista di anti-Anta dobbiamo rivoltare il nostro modo a guardare il primario fonte energetico per il tuo corpo per quello che è: benzina, e cominciare capire come meglio nutrirci per ottenere la massima prestazioni da lui. Io sono una buonissima forchetta, chi mi conosce lo sa benissimo. In più amo cucinare e fare le cene. Allora come è possibile che una che ama mangiare quanto me può rimanere in forma come il suo peso pre-gravidanza di 17 anni fa?

Facile, ho cambiato il mio modo per interagire con il cibo!

  • Per primo ho smesso di avere paura di cibo.       Conosco così tante donne che pensano che il frigo e le dispense sono piene di pietanze che hanno un anima, e che hanno in qualche modo la possibilità di farsi mangiare anche senza la loro volontà.
  • Io dico che mi alleno per mangiare e mangio per allenarmi. È un semplice modo per osservare il cibo in modo oggettivo. Guardo il cibo per quello che mi può dare dal punto di vista energetico, come anti-ossidanti, quantità di fibre, vitamine e principi anti-infiammatori, e stop. Evito di aggiungere un giudizio soggettivo del mio valore su quello che mangio.
  • Ho imparato ri-programmare il mio palato.       Non è vero che devi per forza mangiare una cosa dolce per prima colazione, si può tranquillamente mangiare salato e vivere felice e soddisfatta (quasi per sempre).
  • Ho staccato il mio autostima dal mio piatto.       Se voglio sgarrare sgarro con la consapevolezza che sto mangiando un cibo proibito volutamente, godendo ogni boccone senza sensi di colpa, anzi l’apprezzo in questo modo il doppio .
  • Ho imparato a invertire l’importanza dei miei pasti. Porgo più importanza alla mia prima colazione che alla cena. Dosando la quantità di cibo che ingerisco durante l’arco della giornata per fornire l’energia che mi serve in prevista di quello che farò quel giorno.
  • Fisso dei premi, specialmente in vacanza.       Quando uno viaggia è normale che mangia un po di più del solito. Per evitare grossi variazione sul mio peso, punto un piatto o pietanza dai primi giorni che rimane nella mia lista di desideri fino al quasi l’ultimo giorno. Così posso sognarmelo tutta la vacanza con la certezza che prima o poi sarà mia.
  • Ascolto il mio corpo. Mangiare male per quanto può soddisfare il mio palato, spesso non viene gradita dal corpo. Io amo sentirmi pieno di energia, e perciò evito le cose che mi appesantiscono.
  • Mi sono fatta visitare ed insegnare dal Dott. Filippo Ongaro medico regenerativa ed anti-age che ha fatto una visita personale e approfondita sulla mia persona. Mi ha aiutato capire che cosa devo mangiare e perché

Il palato può essere ri-programmato. A volte hai bisogno solo di “fissarti” sulle alternative per ogni pietanza che ti piace da matti. Scrivere una lista di tuoi cibi proibiti e un'altra lista di loro alternative. Ripetere ad alta voce la tua preferenza positiva.

  1. Cioccolato al latte Io amo cioccolato fondente, più amaro è meglio è.
  2. Patatine fritte Io amo verdure croccante come carote e sedano.
  3. __________________ Io amo ________________________________

PRIMA COLAZIONE: Garcinia Cambogia e Caffè Verde insieme. Acqua tiepida con limone e magnesio. Caffè o Te. Anti-ossidanti: (almeno 2 al giorno) Maqui-mangostano – Noni – Papaya – Goji – Acai – Vitamina C – Acido Alfa Lipoico

Ormai spero che le regole stanno diventando sempre più chiare. Fibre solulibi e insolubili (fiocchi di avena o frutta intera) Grassi sani (noci – pistacchi – mandorle) probiotici – prodotti integrali.

PRANZO: Ca Insalata di Spinaci baby – scaglie di parmigiano – noci – melograno e/o mele, (dipende della stagionalità)

CENA: Pureè di melanzane sott’aceto. Insalata di carote e barbabietole rosse, pure di patate, Radicchio arrostito.

 

PER L’ANIMA: Se trovi difficile fare gli esercizi in questo percorso non ti preoccupare fa parte della crescita. Non permettere il tuo critico interiore a rallentare il tuo percorso. Scrivere le tue vere paure e insicurezza che stai affrontando con questo percorso: ______________________________________

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ora ripetere a te stessa: Va tutto bene nel mio mondo, sono umana e faccio il mio massimo.

 

PER IL CORPO: Fare una passeggiata in un posto per te molto bello, può essere un giardino o il centro storico, e osservare tutti gli angoli e particolari belli. A volte correndo sempre non ti permette di soffermare sulle cose più belle della vita. Scrivi nel tuo diario gli oggetti che ti sono rimasti in mente e gli emozioni che ti ha ispirati.

 



Leave a comment