34° Turbo Diet - Penso Positivo perché son vivo!

January 19, 2016

Giorno 34 (Giorno di Regime)

Oggi leggere un bel libro di ispirazione, come quelli con i detti importanti o un libro d’amore. Tutto quello che ti può regalare un emozione positivo. Tenere la tua concentrazione su concetti importanti e positivi: onestà, positività, umiltà, atti di bontà. Puoi tenere i tuoi emozioni più alti quando eviti la negatività.

Io che pratico il pensiero e parola positivo da anni, il concetto è in parte su cui scrivo libri e do conferenze. Della parola e pensiero positivo a questo punto dovrei essere il testimonial numero uno, ma se fosse tutto possibile al 100% la mia vita sarebbe libero di difficoltà, giusto? Avrei anche un jet privato, trovato la cura per il cancro, sconfitta il degrado di Italia, e essere proprietaria di 4 ville sulle coste più belle del mondo. Tanto ma proprio tanto è possibile, ma il tutto va affrontato con l’equilibrio e un pizzico di saggezza.

Anche se potrebbe sembrare difficile credere che io abbia problemi, considerando il fatto che lavoro in televisione e tutti sono convinti che una volta hai raggiunto quella meta non avrai più problemi nella vita, ho sposato la mia anima gemella e faccio ciò che amo nel contesto migliore, ti assicuro che le mie giornate hanno delle spigole e fattori da sbrigare ogni tanto. Ammetto che il pensiero –parola positivo, il perdono, la mia fede, e rifiutare accettare un “no” come risposta mi hanno aiutato diventare chi sono oggi. Non l’avrai mai immaginato di essere così realizzata nella mia vita 10 anni fa. Con senno dipoi direi che sto vivendo ora la vita che avevo sognato allora, ma ora sogna altre cose di nuovo.

Il punto della questione sta nel fatto che siamo tutti sempre alla ricerca di qualcosa. Siamo percorrendo una strada che non ha “è vissero tutti felici e contenti per sempre….the end” scritta da nessuna parte, perché non siamo essere statici. Siamo in costante movimento percorrendo i giorni nella nostra vita cercando un costante equilibrio di felicità, serenità, salute e successo. Le mete come “una volta che riesco ad entrare nella casa di Grande Fratello, Amici x factor o Uomini e Donne, i miei problemi cesseranno” sono frottole. Le mete una volta raggiunte, e per un momento godute, passano in secondo piano e cominci sempre a guardare verso un altro traguardo. Fa parte della natura umana a cercare di più, nonostante il livello di partenza.

Molti quando partono con questo processo di auto-consapevolezza e positività alla ricerca di un luogo magico dove non avranno più problemi; il famoso “sarò felice quando……” ho perso 3 chili, mi rifaccio il seno, trovo un fidanzato, compro una macchina, cambio lavoro….ecc. Ora prova a ritornare alla prossima volta con tanta gioia e felicità hai comprato qualcosa di nuovo. Un vestito o un paio di jeans, per esempio. Se vai ora a perlustrare il tuo armadio probabilmente dirai “Non ho niente da mettermi!” C’era una volta però che ogni indumento dentro quel armadio ti ha dato un emozione, o altrimenti non l’avrai comprato!

Il mio metodo è formulata per aiutarti smettere di costruire i castelli in aria, e a cominciare mattone da mattone a edificarli da terra, dove è meglio che rimangono anche i tuoi piedi. Quando lavori sul te stesso ogni passo ti permette di costruire un pezzo in più sul ogni traguardo raggiunto, per creare un trend di salita, ma con brevi sbalzi giornalieri. Prova ad immaginare quei chart che vedi nei film di Wallstreet con la freccia che sale e punta verso l’alto (inserire grafico) L’ottimismo di sicuro aiuta di più del pessimismo quando si tratta di risollevarsi contro un imprevisto, ma la vita non è demarcata con un filo tra bianco e nero. Viaggiamo nelle infinita di tonalità di grigio, e dando le false speranze che la vita è controllabile con solo un po’ di frasi positivi sminuisce la vita stessa e non fa niente altro che peggiorare l’autostima delle persone.

Mi ricordo anch’io i primi tentativi con le regole di un guru del pensiero positivo. Ho cominciato a dire ad alta voce tutti i miei frasi magiche fino a inverosimile.   Mordevo la lingua piuttosto che dire una cosa negativa. Avevo bisogno di una svolta nella mia vita ed avrei provato di tutto per ottenere un miglioramento. Dopo pochi giorni però tutto sembrava di andare peggio di prima. Mi sono bucata il timpano, trovavo traffico sulle vie che mi avrebbero portato fino ad un appuntamento importante, e alla fine sono rimasta tremendamente confusa sul perché andava così. Dentro di me dicevo, “Ma come dico tutte le frasi come mi ha detto la maestra, allora perché sta peggiorando anziché migliorando?”

Perché la risposta è molto più profonda e complicata di quello che tanti scrittori/ predicatori dal semplice “volere è potere” vogliono farti credere. Il tuo vecchio modus pensanti non vuole essere spostato con tanta facilità. La tua auto-definizione è talmente radicata dentro il tuo attuale visione di te che è necessario lavorare anche sulla tua autostima contemporaneamente al tutto il processo di fortificazione psico-fisico. Dovrai affrontare di petto la tua stessa visione di chi sei e quanto vali. Non ce nessun Guru, maestro o trainer che potrà cambiare quello per te.

La premessa di dover applicarti e mettere del “tuo” in questo processo del tuo miglioramento, togli la aura di onnipotenza dei tutti quei scrittori che sembrano dei scesi in terra. Purtroppo ci sono dei sciacalli la fuori che preferiscono essere su un piedistallo piuttosto realmente aiutare le persone a stare meglio. Credimi io visto bravi relatori usufruire delle metodi simili a quello che spiegherò in questo libro per approfittare della debolezza altrui economicamente e psicologicamente. Sarebbe bello se potessi magicamente fare tutto per te, per non farti sentire dolore o disagio, ma non renderebbe il viaggio bello quanto lo è quando lo fai da solo. Mi viene subito in mente uno delle canzoni più ispirazionale sul mercato, quello di Frank Sinatra, “I did it myyyyyyy way.” Migliorare la tua autostima, come l’allenamento fisico richiede lavoro, ma i benefici valgono tutte le fatiche. Quando arrivi al traguardo di una meta con le tue forze, l’ebbrezza non ha paragoni!

PRIMA COLAZIONE: Garcinia Cambogia al stomaco vuoto. Anti-ossidanti (Maqui – Mangostano – Noni – Acai – Frutti rossi – Vitamina C – Bacche di Goji) Fiocchi di avena con cannella e pezzetti di mela fresca e uvette e pinoli. Caffè o Tè a piacere

PRANZO: Una pasticca di Caffè Verde. Bruschetta con pomodoro fresco – Trancia di Tonno grigliato con semi di sesamo. Cima di rapa ripassati

CENA: Zuppa di lenticchie rosse con latte di cocco e curry. Riso rosso con noci.

 

PER L’ANIMA: Elencare i tuoi disappunti con persone o eventi della tua vita per poi liberarti:

  1. Sono arrabbiata con:_________________ perché ha fatto__________________________
  2. Sono arrabbiata con:_________________ perché ha fatto__________________________
  3. Sono arrabbiata con:_________________ perché ha fatto__________________________

Ora liberare ogni situazione con “Ora io perdono _________________ e lo lascio andare con amore. Sono libera di questa situazione.” (ripetere affinche il morso di rancore rallenta un po).

 

PER IL CORPO: Dedicati un po’ di tempo per rilassare. Farti un massaggio o un bel bagno caldo. Rilassare abbassa i livelli di stress. Anche l’allenamento aiuta abbassare lo stress, così oggi dedicati al allenamento dei miei:

 



Leave a comment