Abbiamo tutti 18 anni! di Jill Cooper

September 21, 2015

Oggi camminavo con i cani e lungo la strada ho incontrato una badante con un signore molto grande 88-90 anni?  Appena ha visto i miei cani ha sorriso, i suoi occhi sono illuminati e mi ha fatto riflettere.  Quanti sottovalutano un anziano?  Quanti di noi li vediamo come una vera e propria "razza diversa"?  Quando in tutta la innegabile verità sono noi fra qualche anno.  

Mi cuore si è commosso, spesso li trattiamo senza il rispetto dovuto per mancanza di tempo, per un senso di sconforto personale, per egoismo.  Ma sono convinta che sono una fonte inesauribile di informazione.  La maturità spesso regala anche la saggezza. I dolori della vita, plasmano la proprio anima, fino a che si vede il mondo con occhi diversi, e non necessariamente duri ne negativi.  Si impara con l'età e le batoste della vita di sopportare in maniera diversa, non vuol dire gioire quando ce un dispiacere, ma di certo vuol dire non crollare - non mollare - non spezzarsi.

La mia suocera ha 91 anni ed è vispissima, una Toscanaccia (da lei stessa nominata) con la battuta sempre pronta e la luce brillante negli occhi.  Ascolta i racconti del ritiro degli Tedeschi, l'arrivo degli Americani durante la Seconda Guerra Mondiale, la bella vita degli anni 60', il suo viaggio in Columbia a sposarsi negli anni 40' che poi non andò bene, ed è ritornata da sola passando per New York negli anni 40'!  Puoi immaginare?  Come davvero un film..

E tanti anziani possono raccontare la loro vita, la loro esperienza che può solo che arricchirti.  

Poi sono convinta che tutti quanti vorrebbero avere 18 anni, e in parte ragionano con quella testa.  Di sicuro gli adolescenti vogliono avere 18 anni, ma anche i grandi, i sposi, i genitori, i nonni, perché è l'età per eccellenza dove regna: maturità (o quasi) - forza fisica - libertà - e spensieratezza.  Quando vedo la mia suocera, balliamo insieme, lei è ancora vanitosa al punto giusto e scherza che non ha più la sua figura invidiabile.. L'unica cosa che cambia, se la testa regge, è che il cervello ragione da giovane, ma il corpo intorno a quel cervello invecchia.  Ed è per questo, fra 30 -40 -50 anni quando anche tu sarai un "anziano" come vorresti essere visto?  Come peso della società o la famiglia o fonte di saggezza immensa?

In più non sarebbe più intelligente rallentare i segni di invecchiamento più che potresti, mentre ce ancora del tempo?  Io ci combatto da 28 anni, ed a 40 anni la mia età biologico era 29.  C'era una volta che ho visto una signora anziana in supermercato, camminava storta e in modo rallentata, ma aveva una luce negli occhi strabiliante.  Ho detto "Signora ma che bel sorriso che ha"

E lei mi risposi "Signorina, l'unica cosa che si può portare della gioventù fino a 80 anni è il sorriso."

Al epoca avevo circa 29 anni, ora so che con le allenamenti giusti - alimentazione corretta e integrazione di anti-ossidanti come Maqui Mangostano Noni e Collagene Plus si può arrivare con anche più del sorriso - ma comunque il sorriso è ovviamente un ottimo inizio.

Abbraccia e ascolta e dar valore ai grandi... perché sono grandi e non solo di età!



Leave a comment